Addolcitori Industriali

Trattamento acque con processo di addolcimento a resine scambiatrici di ioni

La durezza contenuta nell’acqua è colpevole della formazione di incrostazioni sulle tubazioni o sulle apparecchiature attraversate dall’acqua (scambiatori di calore, caldaie, torri di raffreddamento, etc.).
Gli addolcitori IS lavorano autonomamente. Il consenso alla rigenerazione è dato da una turbina calibrata per una certa portata ciclica in funzione della durezza dell’acqua da trattare e di altri parametri o, a scelta, da un temporizzatore.
Quando la resina non può più scambiare sali di Sodio con sali di Calcio significa che si è esaurita la sua capacità di scambio. La resina si rigenera con una soluzione non satura (salamoia) di cloruro di sodio. A seconda del livello rigenerativo previsto (grammi di NaCl per litro di resina) la resina ha capacità di scambio differenti: maggiore è il livello rigenerativo, maggiore è la capacità di scambio. L’aumento della capacità di scambio non è però direttamente proporzionale all’aumento del livello rigenerativo adottato.

Gli addolcitori IS e ISD sono apparecchiature previste nell’impiego industriale, civile, ospedaliero. Sono apparecchiature che assicurano affidabilità, sicurezza, durata in virtù soprattutto alla loro semplicità e collaudata applicazione.

NOTA: in certi casi può risultare conveniente realizzare l’addolcimento attraverso il processo ad osmosi inversa.

Impieghi

  • Addolcimento acqua di rete
  • Addolcimento di acqua di pozzo
  • Nel campo industriale (lavanderie, alimentazione di generatori di vapore, alimentazione torri di raffreddamento, etc.)
  • Nel campo civile (potabilizzazione, alimentazione grosse caldaie condominiali)
  • Nel campo ospedaliero (alimentazione della centrale termica, etc)

Addolcimento industriale

La durezza è spesso un problema in parecchi processi industriali dato il rischio di precipitazione e fouling inorganico ad essa associato, per questo motivo è quindi importante la rimozione di ioni di calcio e magnesio dall'acqua con impianti di addolcimento adeguati.

CASCIANA ACQUE realizza gli addolcitori industriali, tale processo avviene tramite uno scambio tra ioni di sodio, che consiste nel sostituire in soluzione ioni Ca2+ e Mg2+ con ioni Na+; per realizzare questo scambio è opportuno usare una resina cationica forte che ha come ione fisso -SO3.
Lo scambio ionico degli addolcitori utilizza resine cationiche polimeriche gelulari a ciclo sodico, la base del funzionamento di un impianto di addolcimento è il seguente:
Ca(HCO3)2 + Na2R g CaR + 2 NaHCO3 : Mg(HCO3)2 + Na2R g MgR + 2 NaHCO3

Questo continuo scambio rende l'acqua addolcita. Il ciclo di un addolcitore industriale è dipendente dalla quantità di ioni da trattenere presenti nelle acque e dal volume di resine impiegate, a fine ciclo le resine degli impianti di addolcimento vengono rigenerate automaticamente con l'apposito reagente normalmente ottenuto dalla saturazione del cloruro di sodio nell'acqua (salamoia), riportandole nelle condizioni iniziali.
Quando si va a ripristinare sulla resina l'Na+, si deve far passare sul letto di resina una soluzione di NaCl questa deve essere piuttosto concentrata, in modo da favorire lo scambio al contrario. In effetti la soluzione ha normalmente una concentrazione di NaCl pari al 10-20%.

Gli addolcitori e il loro sistema di addolcimento sono progettati per essere completamente automatici, la tipologia impiantistica di addolcimento inoltre è costruita a misura ed è specifica e adottata alle esigenze iniziali dell'azienda utilizzatrice.
L'impianto di addolcimento può essere mono colonna duplex o triplex: questi 2 secondi sistemi garantiscono una erogazione continua di acqua addolcita; questi impianti di addolcimento sono caratterizzati dall'utilizzo di più filtri posti in parallelo.
L'automazione di questi impianti di addolcimento provvederà a utilizzare a seconda dell'esigenza le varie colonne e si potrà erogare acqua sempre addolcita con portate anche differenziate migliorando la resa ciclica delle resine e riducendo ulteriormente i costi di esercizio dei nostri impianti di addolcimento.
Gli addolcitori sono completamente automatici e salvo il reintegro del sale, i nostri addolcitori non necessitano di manutenzione in quanto adottano tutti un sistema di autodiagnosi personalizzato che segnala le eventuali anomalie.
Gli addolcitori industriali da noi realizzati oltre alla dotazione di un PLC possono essere collegati in rete per fornire informazioni e grafici sui volumi trattati, sulle cicliche eseguite, sulle informazioni dell'autodiagnosi sui consumi del reagente e sulle eventuali operazioni consigliate da eseguire.

In caso di acque da trattare con forte presenza di sedimenti, gli addolcitori possono essere dotati in testa di una filtrazione meccanica autopulente esente da qualsiasi operazione di manutenzione.
Gli addolcitori sulla base delle necessità e in funzione del loro utilizzo possono essere completati da sistemi di disinfezione; le resine degli addolcitori industriali non possono essere sterilizzate con l'iniezione diretta di chemicals, in alternativa possono utilizzare una cella che sfruttando l'idrolisi produce automaticamente l'agente disinfettante direttamente dalla salamoia utilizzata per rigenerare le resine dell'addolcitore a ogni fine ciclo.

Le applicazioni principali degli impianti di addolcimento industriale sono:


Alimentazione di generatori di vapore
Acque di alimento caldaie
Reintegro per torri di raffreddamento
Produzione per tintorie e lavanderie
Acque madri
Lavanderie concerie
Macelli
Ecc...

 

I vantaggi principali di questi addolcitori oltre a essere completamente automatici sono:


costruzione e conduzione semplice e affidabile
installazione facile e immediata
Assenza di interruzione di erogazione acqua addolcita durante la fase di rigenerazione in versione duplex o triplex
bassi costi di esercizio